PAUL RAND

a
Paul Rand

Paul Rand ; stato uno dei più influenti graphic designer del 900', conosciuto oltre per i suoi lavori pubblicitari e di illustrasione anche per i suoi fanosi marchi aziendali.

Egli è considerato come chi ha fissato gli standard per la creazione di marchi ed identità visive aziendali, modernità, semplicità e facilità di riconoscimento sono alcune caratteristiche di quesi progetti grafici. Molti di questi loghi oltre ad essere delle pietre miliari del graphic design, sono ancora in uso.

 

a
Paul Rand

Il vero nomde di Paul Rand era Peretz Rosenbaum:
E' nato 15 agosto 1914 ed è morto il 26 novembre 1996

Rand è stato educato presso il Pratt Institute (1929-1932), la Parsons School of Design (1932-1933), e l’Art Student League (1933-1934).
Dal 1956 al 1969, e nel 1974.

Rand ha insegnato design alla Yale University di New Haven nel Connecticut.
Nel 1972 Rand è stato incluso nel New York Art Directors Club Hall of Fame
.
Ha progettato numerosi manifesti e identità aziendali, quali i marchi per IBM, UPS, ABC e Westinghouse.

 


Paul Rand

BIOGRAFIA
1914 - Peretz Rosenbaum (il suo vero nome)  è nato il 15 agosto a Brooklyn, New York.


a sinistra Paul Rand bambino


1929 - Fa l'stuzione di basel Pratt Institute di New York e Harren High School di New York.
1932 - Si iscrive alla Parsons School of Design di New York.
1933 - Frequenta la Art Students' League con George Grosz.

 

S
Paul Rand


1934 - Diviene illustratore della Metro Associates Services.
1935 - Diventa Assistente Grafico presso il George Switzer Studio. E’freelance per la rivista Glass Packer. Cambia il suo nome in Paul Rand. 1936 - Diventa Art Director per le riviste: Apparel Art e Esquire.

 


Paul Rand


1937- Marchio per l' azienda Wallace Puppets.
1938 - 1945 Progetti gragifici per le copertine del periodico Director Magazine.
1938 - Marchio per la rivista Esquire.
1939 - Insegna alla New York Lasboratory Scool. Realizza il Progetto grafico dell’opuscolo New York World's Fair, un inserto al PM Magazine.
1941- Personale presso la Katherine Kuhl Gallery, New York. Articolo su AD Magazine, scritto da Laszlo Moholy-Nagy. Marchio per Coronet Brandy.


Paul Rand

1941 - 1945 Art Director per la agenzia di pubblicità William H. Weintraub Agency, i cui clienti includono: Coronet Brandy, El Producto Cigar Company, Disney Hats, Dubonnet, Stafford Fabrics, Ohrbach's Department Store, Dunhill Clothiers, Kaufman department store,Olivetti, - Architectural Forum.
1942 - Insegna alla Cooper Union di New York. Realizza pPubblicità per: Stafford Fabrics, Ohrbach's Department Store, Kaufman Department Store.
1943 - Realizza pubblicità per: Architectural Forum e progetta il marchio per Cresta Blanca Vine Company.
1944 - progetto per il libro: The Cubist Painter di Guillaume Apollinaire, realizzazione del marchio per la Helbros Watch Company, progetto del packaging per: Perfume bottiglia fatta con cristalli e fili d'oro.
1945 - Progetta per nla casa editrice First Book Design: Le Tavole della legge di Thomas Mann, redesign del marchio per Books.
Marchio per Smith, Kline e French Laboratories, iInizia a disegnare per la rivista Architectural Forum.
1946 - Insegna al Pratt Institute di New York. Pubblicità per: Ohrbach's, Great Ideas per Western Man, per la Container Corporation of America e la Disney Hats (1946-1949) .

 


Paul Rand con la moglie e la figlia , in una fotogafia di Hans Namuth


1947 - Autore del saggio Troughts on Design. Mostre è personali presso: la Composing Room di New York , il Museo Nazionale di Stoccolma.
Realizza pubblicità per Kaufman Department Store e progetta marchi per Robeson Cutlery Company e Shur Edge.
1948 - Mostra personale presso il Philadelphia Museum of Art. Progetto grafico del portfolio  sugli accoppiamenti tra scrittori e artisti sul tema "Donne per il Museum of Modern Art". Commissione all’architetto razionalista Marcel Breuer per progettare un bungalow a Woodstock, NY, ma il progetto non fu mai realizzato.
1949- Progetto grafico di "The House in the Museum Garden" manifesto per il Museum of Modern Art. Realizza la copertina di "Arte Moderna in Your Life". Progetto grafico del catalogo per la Arensberg Collection per l'Art Institute di Chicago. Marchio per Theatrical Architectural Television.
Commissione all’architetto razionalista Marcel Breuer per progettare la costruzione di un casa a Harrison, NY.

 


Paul Rand in una fotografia di Joe A. Watson


1950 - Progetto grafico di "No Way Out" Manifesto per un film.
1951 - Progetto per la casa a Weston, CT.

 

AAAA
Casa di Paul Rand


1952 -1957 Pubblicità per El Producto, GHP Cigar Company .
1953 - Progetto grafico delle copertine di "Prospettive. Gli viene assegnato il premio: House di design votato come uno dei dieci migliori grafici in America.
1954 - Mostra presso il Contemporany Art Museum di Boston. Viene votato uno dei dieci migliori art director di New York secondo l' Art Directors Club.
Gli viene conferita la Laurea honoris causa alla Tama University di Tokyo. Progetta il manifesto per la RCA il famoso annuncio in annuncio in codice morse, progetta il manifesto per l’ Interfaith Day Movement.

 


Paul Rand in Giappone


1955 - Progetti grafici delle copertine per Vintage Book, per Random House e editori e per "Idea una rivista giapponese arti visive.
1956 - 1991 diventa cobsulente creativo della International Business Machines Corporation (IBM).
1956 - 1969 Docente alla Yale University, New Haven, CT, dove incontrerà il grafico britannico Alan Fletcher.
1956 - Illustatorzioni di: I Know a Lot di Things. Progetta i marchio per IBM, inizia la progettazione di copertine di libri per Bollingren Series e Pantheon Books.
1957 - Realizza le Illustrazioni di: Sparkle and Spin.
1958 - Mostre presso: l’AIGA Gallery, New York e all’ Art Directors' Club di Tokyo per HL Mencken's "PreJiudices: A Selection". Gli viene conferita la Laurea honoris causa dalla Tama University, Tokyo .
1959 - 1981 E' consulente per la Westinghouse Electric Corporation.
1959 - Progetta il Marchio per: Colorforms per Consolidates Cigar Corporation. Progetto grafico: libro e contenitore di "Paul Rand: His Works 1946 1958".

 


Paul Rand


1960 - Progetta il marchio per: Westinghouse. Scrive il saggio: Trademark of Paul Rand. Esposizione presso il Pratt Institute di New York .
1960 - 1996 E' consulente per la Cummins Engine Company.
1961 - Progetta il marchio per: United Parcel Service (UPS).
1962 - Progetta i marchi per American Broadcasting Company (ABC), per: IBM 8-bar & 13-bar e varianti e per Cummins Engine Company.
Realizza le llustrazioni di: "Little 1" . Consegue una citazione al: Philadelphia College of Art.
1963 - Progetto grafico di "design 63" manifesto per New York Art Directors Club.
1964 - Mostre presso: il Carnegie Institute di Pittsburgh, la School of Visual Arts di New York, la Carpenter Center, Harvard University, Cambridge, MA USA. Progetta i marchi per: Atlas Crankshaft e per IIT Research Institute.
1965 - Autore del saggio : Design and Play Instinct.
1966 - Ottiene il premio: medaglia d'oro AIGA. Proposta di redesign del marchio per la Ford Motor Company.
1967 - Design: DADA book jacket Progetto grafico per DADA libro e cofanetto.

 


Paul Rand


1968 - Mostra presso la Temple University di Philadelphia. Marchio per : US Department of the Interior Ufficio per gli Indian Affairs . Progetto grafico per il: Catalogo coperchio e poste per AIGA. Redesigns del packaging della Westinghouse.
1969 - Mostra presso il Louisiana Art e Sciences Center a Baton Rouge.

 

aaaa
Pau lRand e il marchio UPS


1970 - Mostre presso la IBM Gallery, New York ,Virginia Museum of Fine Arts, Richmond, VA . Illustrazione di : Listen. Progetto di packaging computer per IBM.
1972 - Consegue il premio: New York Art Directors Club Hall of Fame.
1973 - Ottiene il premio: Royal Designer for Industry della Royal Society, Londra. Progetta il Marchio per il Columbus Indiana visitors 'Center.
1974 - 1993 E' docente alla: Yale University New Haven, CT. Consegue la Laurea honoris causa del Philadelphia College of Art . Mostra: 107 Grafici AGI presso il Castello Sforzesco, Milano.
1975 - Manifesto: Minute Man per US Department of the Interior.
1977 - 1993 E' professore per il: Summer Design Program, Yale University e Brissago, Svizzera.
1977 - sposizioni presso la Wichita State University, Wichita, KS e presso il Pratt Institute di New York.
1979 - Mostra presso: Philadelphia College of Art. Consegue la Laurea honoris causa: Philadelphia College of Art .

 


Paul Rand


1980 - Marchio per: Tipton Lakes Corporation. manifesto per IBM sulla conversazione.
1981 - manifesto: Eye-Bee-M. Intervista seguita da Carolyn Hightower direttore esecutivo AIGA per il progetto Archivio Design.
1982 - Mostra presso la Reinhold Brown Gallery, New York. Progetto grafico per la copertina per l'AIGA Annual di Graphic Design USA 3 .
Marchio per l’ AIGA (non utilizzato).
1983 - Manifesto per l'Art Director's Club Hall of Fame Awards.
1984 - Mostra presso la International Typeface Corporation Gallery, New York . Saggio: Paul Rand Miscellanea, Design Quarterly. Ottiene il premio: Type Director's Club Medal.
1985 - Saggio Paul Rand: A Designer's Art. E' docente PresidenedelaRhode Island School of Design. Ottiene la Laurea honoris causa della Pasons School of Design,e della Yale University . Progetta il marchio per la Yale University Press.

 


Paul Rand con degli studenti


1986 - Marchio per la NeXT,per la Connecticut Art Directors Club. Mostre presso il Pratt Institute di New York , la Design Gallery, Matsuya Ginza, Tokyo.
1987 - Gi viene conferita la Laurea honoris della Università di Hartford, Connecticut, della Kutztown University, in Pennsylvania . Mostra presso l’ Università Internazionale Dell 'Arte, Firenze, Italia. Premio Firenze per la comunicazione visiva . Progeta i marchi per Mossberg & Company, per  PDR (Pastore DePamphilis Rampone).
1988 - Gli viene conferita la Laurea honoris causa della School of Visual Arts di New York. Mostra preso  la Scool of Visual Arts  Master Series.
Marchio per The: Limited (non utilizzato).

 


Paul Rand a Firenze


1989 - Marchio per Monell Chemical Senses Center.
1990 - Marchio per la: Irwin Financial Corporation. Marchio e progetto grafico perle  celebrazioni per l’anniversario del 200°di Benjamin Franklin.
Mostre presso la Joseloff Gallerye la University of Hartford, Connecticut .
1991 - Marchi per la Morningstar Investement Advisers e per la Okasan Securities Company e per la IDEO.
1992 - Mostre presso: Ginza Graphic Gallery, Tokyo.
1993 - 1996 Professore Emerito alla Yale University, New Haven, CT.
1993- Marchi per la English Firtste pre la Gentry Living Color. Chaos Saggio: Design, Forma, e Caos.
1994 - Marchi per la Accent Software International e la Creative Media Center.

 


1994 Paul Rand all'Art Center


1995 - Marchi per la USSB, per laq Computer Impressions e per la XGA per IBM.
Conduce studenti critici e tiene confereenze presso l'Arizona State University .
1966 - Progetta i marchi per la: Norwalk Cancer Center, per la Enron , per  Doug Evans + Partner e per Servador. Scrive il saggio Da Lascaux a Brooklyn. Consegue la Laurea honoris causa al Pratt Institute di New York . Mostra e conferenza: alla Cooper Union di New York. Conferenza e ultima apparizione pubblica al MIT il 14 novembre. Progetto grafico per Cummins Engine 1996 Annual Rerport .
Muore il 26 novembre a Norwalk, CT.


La tomba di Paul Rand

 


UN INTERESSANTE ARTICOLO DI PAUL RAND:

Integrity and Invention
di Paul Rand
Pubblicato in Graphis Annual, 1971

Coraggio e creatività
Come la deposizione delle uova dei salmoni, la vita dell'artista (grafico) è una battaglia senza fine. Per funzionare in modo creativo l'artista deve avere il coraggio di lottare per ciò in cui crede. Il coraggio di fronte a un pericolo non ha alcun elemento di grandi avventure se non la fredda, dura possibilità di perdere il lavoro. Eppure il coraggio delle sue convinzioni è, insieme con il suo talento, la sua unica fonte di forza. Frank Lloyd Wright si esprime così:

Lavorerò come penserò come sono
Nessun pensiero di moda o falsità
Né per fortuna ….
Servire delle vili divinità del commercio
Il mio pensiero si basa sull’uomo '

L'uomo d'affari non potrà mai rispettare il professionista che non crede in quello che fa. L'uomo d'affari in queste circostanze può '”usare” l'artista (grafico) per i propri fini. E perché no, se l'artista stesso non ha fine?

Nel chiedere all’artista di avere coraggio, dobbiamo chiedere lo stesso all’azienda. La spinta a conformarsi, oggi così diffusa, sarà, se non controllata, uccidere tutte le forme di creatività, scientifica e tecnologica inclusi.

Il business ha una forte tendenza ad aspettare pochi pionieri coraggiosi di produrre o sottoscrivere dei lavori originali, poi correre a salire sul carrozzone. Il carrozzone, naturalmente, può anche non andare nella giusta direzione. L'attenzione e l'ammirazione evocata dal alto livello dalla pubblicità XYZ hanno indotto molti inserzionisti a dire 'Facciamo qualcosa di simile XYZ' senza considerare che potrebbe non essere del tutto adeguata alle sue esigenze. I problemi specifici richiedono specifiche soluzioni visive. Ma sia XYZ e la pubblicità ABC e dei prodotti possono essere fatte per adempiere alle loro funzioni e anche essere esteticamente gratificanti. Entrambi possono esprimere il rispetto e la preoccupazione dei più ampi interessi del consumatore. Contro le straordinarie conquiste del design di alcune aziende, si erge la grande integrità artistica

L’Integrità artistica
Ci sono coloro che credono che il ruolo che il  progettista deve svolgere è fissa e determinata dal clima socio-economico, in essa deve scoprire la sua nicchia funzionale e adatta se stesso. Mi sembra che questo ready-made dell'immagine ignora la parte che può giocare l'artista nella creazione di questo clima. Sia magnati della pubblicità, costruttori di missili, cittadini, pubblici o privati, siamo tutti esseri umani, e dobbiamo sopportare, prima di tutto per noi stessi. E 'solo quando l'uomo non è accettato come il centro di interesse umano che diventa possibile creare un sistema di produzione che valorizza il profitto sproporzionato rispetto al responsabile del servizio pubblico, o di creare annunci in cui gli unici criteri estetici sono l'uso di illustrazioni di moda oppure 'in' caratteri tipografici. L'artista commerciale (progettista), che vuole essere più di un semplice stilista, che vuole evitare di essere sopraffatto dalle richieste dei clienti, dalle idiosincrasie del gusto del pubblico, dalle ambiguità delle ricerche sui consumatori tuto ciò deve diventare chiare per quanto concerne come dovrebbe essere il suo contributo culturale. In tutte queste aree si deve cercare di distinguere il reale dall'immaginario, il sincero dal pretenzioso, e l'obiettivo dal prevenuto. Se l'artista commerciale, ha sia il talento e l'impegno rispetto ai valori estetici, tenterà automaticamente di rendere il prodotto della progettazione grafica gradevole e visivamente stimolante per l'utente o lo spettatore. Stimolando, voglio dire che questo lavoro, aggiunge qualcosa all'esperienza dello spettatore.

L'artista deve credere che il suo lavoro è una dichiarazione estetica, ma deve anche comprendere il suo ruolo generale nella società. E 'questo ruolo che giustifica le sue spese i soldi del cliente e il so rischio sul lavoro dei suoi dipendenti. E gli dà diritto di commettere errori. Egli aggiunge qualcosa al mondo. Egli dà nuovi modi di sentire e di pensare. Egli apre le porte a nuove esperienze. Egli fornisce nuove alternative come soluzioni a vecchi problemi.

Non c'è nulla di male nel vendere, anche con una vendita 'dura', ma una vendita che travisa, che è accondiscende, che si basa sulla pura ingenuità o stupidità è sbagliato. Moralmente, è molto difficile per un artista (grafico) fare un lavoro diretto e creativo, se richieste disoneste sono statefatti per il prodotto che viene chiesto di pubblicizzare, o se, come industrial designer, si suppone di esercitare  una mera ingenuità stilistica per dare a un vecchio prodotto un nuovo aspetto. Il senso dell'artista di valore dipende dal suo sentimento di integrità. Se questo viene distrutto, egli non sarà più in grado di funzionare in modo creativo.

Arte e Comunicazione
Il lamento del graphic designer che non gli è permesso di fare un buon lavoro, perché un buon lavoro non è né voluto né compreso dai suoi datori di lavoro è universale. E 'davvero molto spesso vero. Ma se l'artista valuta onestamente il suo lavoro egli spesso trova che il “buon lavoro” che l'uomo d'affari ha respinto non è poi così ”bene”. Molte volte quando il cliente dice “è troppo lontano”, può inconsciamente reagire al simbolismi di un’ oscura l'interpretazione di un'idea, di una tipografia povera, di un display inadeguato al suo prodotto, di una comunicazione o semplicemente cattiva. Il mio pensiero in una nuova edizione dei miei di design, questo problema è stato accennato come segue:

Graphic design
che soddisfi le esigenze estetiche,
conforme alle leggi della forma
e alle esigenze dello spazio bidimensionale;
che parla in semiotica, sans-serif,
e geometrie;
che astrae, le trasformazioni, traduce,
ruota, si dilata, si ripete, specchi,
gruppi, e raggruppi
non è un buon design
se è irrilevante.

Graphic design
che evoca la Simmetria di Vitruvio,
la simmetria dinamica di Hambidge,
l'asimmetria di Mondrian;
che è una buona gestalt;
che è generato da intuizione o dal computer,
dall'invenzione o da un sistema di coordinate o-
non è un buon design
se non cooperare
come strumento
al servizio della comunicazione.

L’originalità e l'oggetto
Le idee non hanno bisogno di essere esoteriche per essere originali o eccitanti. Come HL Mencken dice delle commedie di Shaw, "Le radici di ognuno di loro sono in luogo comune, le radici di ogni spettacolo teatrale sono efficaci nel luogo comune." E quando si chiede perché Shaw è in grado di prendere a calci la confusione', risponde, "Per la più semplice delle ragioni. Perché pratica con grande entusiasmo e maestria l'arte di esporre l'ovvio in luci inaspettate e terrificanti ". Dall'impressionismo al Pop, il luogo comune e il fumetto sono diventati gli ingredienti per il calderone dell'artista (grafico). Ciò che Cezanne ha fatto con le mele, Picasso, Leger con le chitarre e con le macchine, Schwitters coi rifiuti, e Duchamp, con  gli orinatoi chiarisce che la rivelazione non dipende  da concetti grandiosi. Nel 1947 ho scritto quello che continuo credere essere vero, 'Il problema dell'artista è quello di rendere ciò che e comune  in ciò che e inaspettato.

Se la qualità artistica dipendesse dall’esaltare oggetto, sarebbe un brutto modo  per l'artista commerciale, così come per l'agenzia di pubblicità e gli inserzionisti. Per anni ho lavorato con i produttori di lampadine, produttori di sigari, distillatori, ecc, i cui prodotti visivamente non sono di per sé inusuali. Una lampadina è quasi banale come una mela, ma se non riescono a fare un pacchetto o una pubblicità per lampadine che è vivace e originale, non sarà la lampadina che è in difetto.

La 'Corporate Image'
I
n questa generazione basata sulla velocità, praticamente qualsiasi azienda, grande o piccola, può avere la sua 'immagine' su ordinazione. Un vasto esercito di image maker hanno fatto un affare d'arte abbastanza grande quasi a rivaleggiare con le aziende che contribuiscono a rappresentare.

Molto è stato propagandato sulle virtù dei programmi di identità aziendale. Poiché l'immagine aziendale spesso dà l'impressione che sia onnicomprensiva, lascia pochi dubbi nella mente dello spettatore che l'immagine si vede rappresenta una società che sa navigare, che è la migliore, la prima, e il più. Tuttavia, ciò che è per lei non è sempre essere è per lei.

Mi sembra che una società può più facilmente essere riconosciuta per quello che crede veramente non per la sua immagine 'su ordinazione' '(il suo marchio, logotipo, carta intestata), né per il numero di stampe di avanguardie artistiche o sedie di Mies van der Rohe che abbelliscono i suoi uffici, ma dalle sue più banali, giornaliere attività: i suoi house organ, i suoi espositori da banco, le sue pubblicità commerciali, il suo packaging e i suoi prodotti. A meno che non rappresenti in modo coerente gli obiettivi e le convinzioni così come la produzione totale e le attività di una società, una immagine aziendale è al meglio semplice vetrina, e nella peggiore  un inganno.

Le cose possono essere e commercializzate senza il nostro considerare gli aspetti morali o estetici; annunci possono convincere, senza piacere o aumentando la consapevolezza visiva dello spettatore, i prodotti possono lavorare indipendentemente dal loro aspetto. Ma dovrebbero? Il mondo delle imprese potrebbe funzionare senza il beneficio del arte (grafica), ma dovrebbe? Non credo, se non altro per la semplice ragione che il mondo sarebbe un posto più povero.


Paul Rand

M M Paul Rand M Paul Rand M cresta blPaul Rand

1941 Paul Rand marchio per Coronet Brandy

 
1945 Paul Rand marchio per Snith Kline e French Laboratories
 
1944 Paul Rand marchio per Helbros Watch Company
 

1981 Paul Rand logo per la IBM "Eye Bee M"

 
1943 Paul Rand marchio per Paul Rand marchio per Coronet Brandy Vine Company
Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand
1947 Paul Rand marchio per Robenson Cutlery
 
1949 Paul Rand marchio per Theatrical Architectural Thelevision
 
1956 Paul Rand marchio per El Producto Cigars Company
 
1956 Paul Rand marchio per IBM International Business Machines
 
1957 Paul Rand marchio per Hardcourt Brace and Company
  Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand
1959 Paul Rand marchio per Colorform
 
1959 Paul Rand marchio per Consolidated Cigar Ccorporation
 
1960 Paul Rand marchio Westinhouse
 
1961 Paul Rand marchio UPS United Parcel Service
 
1962 Paul Rand marchio ABC American Broadcasting Company
Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand
1962 Paul Rand marchio per Cummins Engine Company
  1964 Paul Rand marchio per Atlas Crankshaft Company   1964 Paul Rand marchio per ITT Research Institute  

1966 Paul Rand marchio per Ford non usato

  1960 Paul Rand marchio per U.S. Depatment of Interior, Boureau of Indian Affairs
Paul Rand  
Paul Rand
  Paul Rand   Paul Rand  
1972 Paul Rand marchio per IBM International Business Machines, variazione
 
1973 Paul Rand marchio per Coloumbus Indina Visitors' Center
 
1980 Paul Rand marchio per Cabbages and King Cattering
 
1989 Paul Rand marchio per Tipton Lakes
 
1982 Paul Rand marchio per AIGA non usato
  Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand  
1985Paul Rand marchio per Yale University Press
  1986 Paul Rand marchio per Connecticut Art Diectors' Club  
1986 Paul Rand marchio NEXT per l'Connecticut Art Director Club
 
1987 Paul Rand marchio per Mossemberg & Company
 
1987 Paul Rand marchio PDR per Pastore Dephampilis Rampone
Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand
1987 Paul Rand marchio per Type Directors Club
 
1988 Paul Rand marchio The Limited
 
1989 Paul Rand marchio per Monnel Chemical Senses Center
 
1990 Paul Rand marchio per il 200° anniversario di Benjamin Franklin
 
1990 Paul Rand marchio per la Irwin Financial Corporation
Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand
1991 Paul Rand marchio per Ideo Design
 
1993 Paul Rand marchio per Gentry Living Color
 
1991 Paul Rand marchio per Okasan Securities Company
 
1992 Paul Rand marchio per IBM XGA Tecnology
 
1992 Paul Rand marchio per Ad Star Advanced Storage and Retrieval società della IBM
  Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand   Paul Rand
1993 Paul Rand marchio per English First
 
1991 Paul Rand marchio per Mornigstar
 
1994 Paul Rand marchio per Accent Software International
 
1994 Paul Rand marchio per Creative Media Center
 
1995 Paul Rand marchio per Computer Impressions
       
1995 Paul Rand marchio per HUB TV
 
1995 Paul Rand marchio per USSB US Satellite Broadcasting
 
1996 Paul Rand marchio per ENRON
 
1996 Paul Rand marchio per Norwalk Cancer Center
 
1996 Paul Rand marchio per Sevador
       
1996 Paul Rand marchio per Doug Evans+Patners
 
1988 Paul Rand marchio per The Limited, non utilizzato
 
Dal 1942 Paul Rand "etichetta con applicazione del marchio per "Stafford Robes"
 
Dal 1942 Paul Rand "this is the stafford stallion ", annuncio per "Stafford Robes"
 
Dal 1942 Paul Rand "you to have kow how... ", annuncio per "Stafford Robes"
       
Dal 1942 Paul Rand "keep in the swing with a stafford robe ", annuncio per "Stafford Robes"
 
Dal 1942 Paul Rand "spring time is Stafford time", annuncio per "Stafford Robes"
 
Dal 1942 Paul Rand "you to have kow how... ", annuncio per "Stafford Robes"
 
Dal 1942 Paul Rand "the place to buy gigts for mother" annuncio per "Ohrbach's
 
1951 manifesto perPaul Rand Paul Thecould & Company on pubblicato
       
1939 Paul Rand pagina interna per N.S. Apparel Art
 
1939 Paul Rand copertina per Apparel Art giugno
 
1940 Paul Rand copertina per Apparel Art gennaio-febbraio
 
1951 Paul Rand Dada
 
1956 Paul Rand lampada ad olio
       
1953 Paul Rand annuncio per Disney fabbrica di cappelli
 
1966 Paul Rand manifesto per la Design Confernce di Aspen
 
1982 Paul Rand manifesto per la Design Confernce di Aspen
 

1953 Paul Rand manifesto per la macchina da scrivere" Lettera 22" della Olivetti

 

1953 Paul Rand manifesto per la macchina da scrivere" Lettera 22" della Olivetti

       

1953 Paul Rand manifesto per la macchina da scrivere" Lettera 22" della Olivetti

 

1953 Paul Rand manifesto per la macchina da scrivere" Lettera 22" della Olivetti

 

1987 Paul Rand manifesto per la " Digital B&W Pre-press " una azienda di Computer Graphic Service una azienda di prestampa di New York specializata nella separazione del colore

 

1953 Paul Rand manifesto per il secondo "Interfaith Day"

 

1981 Paul Rand manifesto per la IBM "Eye Bee M"

                 

Paul Rand manifesto per la IBM

 

Paul Rand manifesto per la IBM

 

Paul Rand manifesto per la IBM

 

Paul Rand manifesto per la IBM

 

Paul Rand manifesto per la IBM

       

1989 Paul Rand manifesto per l'anniversario della IBM

 

1990 Paul Rand manifesto per la IBM "A new era begin...September 1990

 

1959 Paul Rand packaging per la IBM

 

1983 Paul Rand packaging per la IBM

 

1983 Paul Rand packaging per la IBM

       

1985 Paul Rand packaging per la IBM ,

 

1985-1987 Paul Rand packaging per la IBM

 

Paul Rand IBM

 

1980 Paul Rand packaging per la IBM , destinato alla Svezia

 

Paul Rand foloder per la IBM ,

       

1951 Paul Rand copertina "Idea 1951 International Advertising Art

 

1953 Paul Rand manifesto per l' Intrefaith Day al Mal di Central Park di New York

 

1954 Paul Rand manifesto per l' Intrefaith Day al Mal di Central Park di New York

 

Paul Rand manifesto per l' Intrefaith Day al Mal di Central Park di New York

 

1953 Paul Rand manifesto "perspectives"per una maifestazione di arte e letteratura

       

1982 Paul Rand copertina per una rivista "Idea" su i 30 progettisti che hanno influezato il secolo

 
1940 Paul Rand copertina per Art Direction
 

1941 Paul Rand copertina per una rivista Directin numero di aprile-maggio

 

1942 Paul Rand copertina per una rivista Directin numero di aprile-maggio

 

Paul Rand la grande famiglia

       

Paul Rand annuncio per la westinghouse "things we know about tomorrow" "men who do nothing but think " you can be sure...if it Westinghouse"

 

Paul Rand annuncio per la westinghouse "Atomic Power...andthe race to outer space " " Westinghouse put the future in your hands "

 

1961 Paul Rand annuncio per la westinghouse

 

Paul Rand annuncio per la westinghouse "Fresh water and electicity...from one super factory

 

Paul Rand annuncio per la westinghouse "Even at 3 in the morning...commuter service every 2 minutes "

       

Paul Rand annuncio per la westinghouse "New Undersea Craft Swinms Deep Carries Men "

 

Paul Rand annuncio per la westinghouse "Things we know asbout tomorrow" "Soon...a Big Red Scoolhouse in the Sky" "you can be sure...if it Westinghouse"

 

Paul Rand annuncio per la westinghouse "Westinghouse puts the future in your hands" "you can be sure...if it Westinghouse"

 

Paul Rand annuncio per la westinghouse "Things we know asbout tomorrow" "10.000 traffic signals controlled by computer..."

 

Paul Rand annuncio per la westinghouse "To Catch a Hummingbird "

       

Paul Rand annuncio per la westinghouse " Things we know about tomorrow","you can be sure...if ity's Westinghouse"

 

1978 Paul Rand copertina per il rapporto annuale della westinghouse Electric Corporation

 

1981 Paul Rand manifesto per la westinghouse

 

Paul Rand annuncio per la westinghouse " Wats may do you more good than Aspirin " " new Westnghouse ...in electronic medicine"

 

Paul Rand annuncio per la Penn/Brite Papers

       

Paul Rand annuncio per la Penn/Brite Papers "this is Penn/ Brite offset the vaue sheet"

 

1982Paul Rand logo e copertina del Graduate program per la Yale University School of Art

 

1982 Paul Rand annuncio che rappresenta una tabella ottica per la Yale University

 

1992 Paul Rand annuncio per la Yale University

 

1990 Paul Rand manifesto "Richard Sapper Design " per una eposizione al Museum fur Kunst und Gewerbe di Hamburg

       

Paul Rand per 50° annivesario9 mdell AIGA (asociazione dei grafici americani)

 
1965 Paul Rand "whith the sense of sight, the idea comunicates the emotion... ", manifesto per l' Avertising Typographers Association
 

1989Paul Rand manifesto "University Center Dedication" per l' University of Hartford

 

1990 Paul Rand manifesto "Tokio Comuniction Arts Osaka Conunication Arts"

 

1995 Paul Rand manifesto "per l'Eart Day"

       

1994 Paul Rand manifesto per il convegno "Educating Tomorrow's Comunications"la CMC Creative Media Center

 

1950 Paul Rand manifesto "No Way Out, Is it a question...or an answer"

 

1941 Paul Rand manifesto per una esposizione di pittura contenporanea nordamericaana tenutasi al Museum of Modern Art

 

1960 Paul Rand copertina per il libro"Moderm Art in USA, men rebellion conquest, 1900- 1956"

 

1988 Paul Rand manifesto per la 3° Internation Exibiton organizzata dal The Artdirector Club a New York

       

1992 Paul Rand manifesto per una esposizione in occasione delo 75° della Ginza Graphic Gallery

 

1990 Paul Rand manifesto di publicizzazione della UCLA Extension "( per la formazione continua) "winter Quarter begin Januari 6 1990" UCLA, University of California, di Los Angeles

 

1994 Paul Rand manifesto di publicizzazione della UCLA Extension "( per la formazione continua) "Fall Quarter begin September 1994" in occasione dei 75 anni dalla fondazione della UCLA, University of California, di Los Angeles

 

1994 Paul Rand manifesto per il 75 anni dalla fondazione della UCLA, University of California, di Los Angeles

 

1993 Paul Rand manifesto di publicizzazione della UCLA Extension "( per la formazione continua) "Summer Session" UCLA, University of California, di Los Angeles

 

           

1997 Paul Rand manifesto di publicizzazione della UCLA Extension "( per la formazione continua) "Spring Quarter begin March 29 1997" UCLA, University of California, di Los Angeles

 

1949 Paul Rand manifesto "the house in museum garden Marcel Breuer, Architet " per una eposizione al Museum for Modern Art di New York

 

1951 Paul Rand copertina "della rivista IDEA

       
                 
                 
grafica expo web stampa arte photo mappa bibliolink home  

sito ottimizzarto per 1024 x 768 px


webmaster Aldo Gorlaa