NELVILLE BRODY

 



2005 Nelville Brody

Neville Brody è nato a Southgate a Londra il 23 aprile 1957, è un designer grafico, direttore artistico e designer di caratteri tipografici britannico.
È noto per avere redatto e diretto la rivista inglese di moda “The Face”, per essere l'autore di cover di album di diversi gruppi musicali e artisti, come “Cabaret Voltaire” ”Depeche Mode”, “Level 42”e per aver curato il cambio di immagine di tre dei più importanti giornali inglesi, “The Guardian”,”The Observer” e “The Times”.

Da bambino era un amante delle belle arti e della pittura.
Neville Brody ha commentato di non ricordare un momento della sua vita in cui aveva in programma di fare qualcosa di diverso dall'arte o dalla pittura.

Nel 1975 Neville Brody studia arte al “Hornsey College of Art”, noto per la sua agitazione dei tardi anni sessanta.
Nel 1976 frequenta per tre anni un corso di grafica al “London College of Printing”, dove studia il Dadaismo e la Pop art e dove il suo lavoro, di natura piuttosto sperimentale, fu accolto con critiche sfavorevoli perché la scuola insegnava in generale i metodi di stampa tradizionali.
Nel 1977, il punk rock stava cominciando ad avere un effetto maggiore sulla vita londinese e, sebbene ciò avesse un grande impatto sul lavoro e la motivazione di Neville Brody, non fu ben accolto dai suoi tutor.
A un certo punto fu quasi buttato fuori dal college per aver messo la testa della regina di lato su un disegno di francobollo.
Nel periodo di maggior fermento del “punk 77”, Neville Brody si fa un nome come disegnatore sia di poster per concerti ed esibizioni musicali ed artistiche di Londra, sia di copertine di album.





Nelville Brody


Nel 1980 fonda la rivista di musica e moda “The Face”, di cui cura l'orientamento artistico e l'immagine, e i caratteri tipografici impiegati.e di cui saràart director fino a 1986
La rivista era molto popolare negli anni 1980 e fu chiamata “la bibbia della moda” tanto che influenzò molte tendenze del design di quel periodo.

La sua creatività nel settore gli permette di lavorare come direttore artistico e grafico per diverse riviste a livello internazionale, come: “City Limits”, “Lei”, “Per Lui”, “Actuel”, “Arena”, fino a curare il cambio di immagine dei giornali inglesi “The Guardian” e “The Observer”.

Nelville Brody



Nel 1987 cofonda il “Neville Brody Studio”, insieme con il grafico svizzero Cornel Windlin, che si occupa di grafica a più livelli, dagli spot pubblicitari, alle locandine e trailer di film, al packaging.
Tra i clienti, si annoverano Greenpeace e la Deutsche PTT, società di poste tedesca, ha progettato l'identità aziendale per Haus der Kulturen der Welt (Casa delle culture del mondo) a Berlino.

Nel 1988 la casa editrice “Thames & Hudson” pubblica un volume su Neville Brody, e viene allestita una mostra itinerante dei suoi lavori in tutta Europa e in giappone.

Nel 1989 Neville Brody cofonda con il designer tedesco Erik Spiekermann e la moglie Joan, il FontShop, il primo distributore di font digitali.



Nelville Brody




Nel 1990 Neville Brody crea il progetto”Fuse”, con l'intento di mettere a contatto diversi campi della grafica come mezzo di comunicazione, dalla creazione di nuovi stili estetici e di nuovi caratteri tipografici, grazie anche all'uso delle nuove tecnologie digitali.
“Fuse” è stata la pubblicazione innovativa che ha portato il design e la tipografia in spazi radicalmente nuovi e imprevisti. La grande influenza del suo approccio rivoluzionario e sperimentale al linguaggio tipografico si riverbera ancora, e oggi, a venti anni dal suo lancio, le esplorazioni effettuate da alcuni dei nomi più famosi e influenti del settore si fanno notare come avveniristici e in anticipo sui tempi.



Nelville Brody



Nel 1994 apre il Research Studios con uffici a San Francisco, Parigi, Berlino e New York, e inizia ad attrarre clienti importanti come la Paramount Pictures, e a lavorare alla grafica dei siti web, tra cui quello di Kenzo.

Nel 2001 lavora alla riprogettazione della BBC.

Nel 2006 Neville Brody cura il rinnovamento d'immagine del quotidiano”The Times, creando per l'occasione un nuovo carattere tipografico, il ”Times Modern”, che sostituisce l'originario”Times New Roman, impiegato dal 1932.
Sempre nel 2006 Il progetto di identità visiva per la famosa mostra d'arte contemporanea di Parigi Nuit Blanche.

Nel 2007 ha lanciato un nuovo look per il marchio di champagne Dom Pérignon,

Tra i lavori più recenti, si annoverano clienti come Nike, Adidas, Montblanc e il New York Museum of Modern Art.
Dal 2011.al 2018 Neville Brody è stato il presidente del dipartimento di comunicazione artistica e design del Royal College of Art

Royal College of Art


Nel 2012 ha progettato il primo carattere tipografico di marca della Coca-Cola

NELVILLE BRODY LE COVER PER LA CASA DISCOGRAFICA FETISH RECORDS
1981- Das Ah Riot/Boom, dei Suck Me
1981 - Zebra Club, dei The Bongos
1981 - 4 Hours, dei Clock DVA
1981 -Thirst, dei Clock DVA
1982 - Five Albums, dei Throbbing Gristle
1982 - Diddy Wah Diddy, dei 8 Eyed Spy
1982 -Wipe Out/Element L, dei Z'EV
1982 - Pow Wow, di Stephen Mallinder

NELVILLE BRODY LE COVER PER IL GRUPPO MUSICALE CABARET VOLTAIRE
1981 - 3 Crepsule Tracks
1981 - Red Mecca
1983 - Crackdown/Just Fascination 12"
1983 - Just Fascination 7"
1984 -James Brown 12"
1984 - Microphonies
1985 -The Covenant, The Sword and the Arm of the Lord
1987 –Code

NELVILLE BRODY ALTRE COVER
1981 - Holiday Inn Spain/Cocktails 7", dei Raybeats
1982 - The Razor's Edge, dei Defunkt
1982 - Just Can't Get Enough, dei Depeche Mode
1983 - The Culling is Coming, dei 23 Skidoo
1983 - Standing in the Light, Level 42
1983 - Micro-Kid, dei Level 42
1983 - Elephant Talk, dei King Crimson
1985 - Party Time 12", di Kurtis Blow
1986 - Everyone a Winner, dei Zuice
1987 - I'm Burning, dei Zuice
1987 - Bless Your Lucky Stars, Zuice
1987 - Shought Owt to All the Run it Straight Crew an All Mah Dirty-30 Ninjas Out Der Tongan Crip Souljah 4 Life, dei Zuice

LE RIVISTE DI NELVILLE BRODY
1981–1986 The Face
1987–1990 Arena
City Limits,Lei, Per Lui, Actuel

I QUOTIDIANI PROGETTATI DA NELVILLE BRODY
The Guardian, The Observer, The Times.

CARATTERI TIPOGRAFICI PROGETTATI DA NELVILLE BRODY
Arcadia, FF Autotrace, FF Blur, FF Dirty 1, FF Dirty 3, FF Dirty 4, FF Dirty 6, FF Dirty 7, FF Dirty 7.2, FF Dome, FF Gothic,FF Harlem, Industria, Insignia, FF Meta Subnormal, FF Pop, FF Tokyo, FF Typeface 4,FF Typeface 6,
FF Typeface 7, FF Tyson, FF World, SamsungOne



Nelville Brody



INTERVISTA A NELVILLE BRODY DEL 2016
Sarah Dawood: come è strutturato il tuo studio?
Neville Brody: Siamo uno studio di piccole dimensioni - normalmente ci sono due o tre designer, oltre a me stesso, quindi esternalizziamo competenze specifiche, coinvolgendo specialisti per la codifica, la grafica animata, il film, la progettazione architettonica o un tipo di progettazione molto accurato - come una grande famiglia. È un modello flessibile e moderno.

Sarah Dawood: Come procedi nella creazione?
Neville Brody: È più un approccio che altro - siamo molto sistematici. Iniziamo sempre con molte ricerche di base e guardiamo cosa sta cercando di fare il cliente con il progetto. Pensiamo quindi alle risorse e ai nostri limiti.
C'è un periodo di esplorazione e sperimentazione molto aperta e libera, quindi non è possibile trovare una formula all'inizio. Sfortunatamente tendiamo sempre a dare troppo servizio al cliente. Cerchiamo di non farlo, ma finiamo sempre per fornire più idee di quelle che hanno chiesto.

Sarah Dawood: hai completato un mix di progetti, da commerciale a indipendente. Come cambia il tuo processo di progettazione in base al progetto?
Neville Brody:  non penso che abbiamo un processo. La nostra strategia è di capire uno spazio approssimativo su dove dovremmo andare, quindi è abbastanza aperto. Cerchiamo sempre di creare un DNA di elementi fondamentali per il progetto, che potrebbe essere il font, i colori, le immagini, le trame, i pattern, i suoni, la UX, ecc. Sviluppiamo quelle cose e poi osserviamo come si uniscono. Penso che il nostro processo sia solo continuare a farlo bollire fino a trovare l'essenza.
A volte, non si tratta di un sistema, si tratta solo di esplorare un sacco di idee - è spesso una prova di errori. Quando ho progettato un poster per Coca Cola, devo aver inventato 30 idee diverse. Si tratta di realizzare quando qualcosa di interessante è successo mentre stai sperimentando, a volte semplicemente non succede.

Sarah Dawood: Come si bilancia il lavoro commerciale con un lavoro più creativo?
Neville Brody: l'abbiamo sempre mescolato.
Abbiamo rebrandato ORF, la versione austriaca della BBC, Christian Dior e Dom Perignon champagne. Anche noi siamo sempre stati così, insieme a cose come la rivista Fuse e l'Anti-Design Festival - che hanno entrambi perso molti soldi, e ha significato che lo studio è rimasto fermo per sei mesi.
Non è un caso di compromesso: non lavoreremo perché è commerciale, ma cercheremo di lavorare con un determinato cliente. Ad esempio, ciò che era bello del progetto Channel 4 era il senso di una squadra. Aveva un approccio collettivo, quindi non soffriva della solita, ripida gerarchia dei grandi marchi.

Sarah Dawood: Hai recentemente creato il marchio per Punk Festival Punk.London. Come hai sviluppato lo sviluppo di un sistema organizzato per un concetto destinato al caos e all'anarchia?
Neville Brody: Questa è stata la vera sfida. Il punk non ha mai avuto uno stile o una storia - era solo un atteggiamento.
Di fatto il vero punk rifiuterà l'idea di un linguaggio di marca dominante.
Ma il vantaggio è che ogni evento o partecipante in Punk.London può trarre vantaggio da quell'ombrello: consente loro pubblicità, condividere una storia. Abbiamo inserito un "." (Punto) tra "Punk" e "Londra", perché ci ha permesso di personalizzarlo per diverse città, quindi potrebbe essere usato per Punk.Manchester, .Liverpool e .Belfast.

Sarah Dawood: Qual è il tuo progetto preferito su cui lavorare?
Neville Brody: Ce ne sono così tanti, nessuno di loro è stato facile! Il Festival Anti-Design è stato davvero gratificante. Abbiamo avuto solo sei mesi per pianificare il festival dal nulla e abbiamo finito con 20.000 persone in una settimana. Nella serata di apertura, avevamo 2.500 persone che non volevano andarsene.
Lo abbiamo messo insieme in modo che chiunque potesse toccare l'arte, portare le proprie cose e metterlo sulle pareti, e portare via le cose - era un processo completamente aperto, e per niente prezioso.

Sarah Dawood: Perché hai deciso di creare uno show così aperto?
Neville Brody: L'idea generale era di come la maggior parte dell'arte e del design finisca in vetrina ora - a meno che non abbia intenzione di guadagnare molti soldi, non ottiene il via libera. Eravamo preoccupati per la perdita di rischio. C'è un messaggio per i giovani creativi che non dovrebbero sperimentare, perché non puoi rischiare qualcosa che non fa soldi - una "cultura del successo" che risuona negli ultimi 25 anni.
È ora di tornare a pensare che l'arte e il design non devono fare soldi: può essere solo là fuori a fare grandi cose.
Abbiamo bisogno di questi spazi per esplorare nuove idee.
C'è sempre bisogno che i creativi nella società facciano domande - abbiamo bisogno di vivere in uno stato di rivoluzione permanente, come diceva Trotsky.

Sarah Dawood: Come continui a correre dei rischi mentre i designer dipendono dagli strumenti digitali?
Neville Brody: ora lavoriamo in un ambiente molto misto nel nostro studio. Di recente abbiamo fatto un progetto piuttosto grande, che non possiamo ancora rivelare, dove siamo scappati dal digitale e siamo tornati alla fisica.
Se inizi a fissare uno schermo, ti senti sempre limitato da quel fotogramma e quello che puoi trovare in quella scatola. Deve esserci un processo di sperimentazione fisica.
Sto lavorando con giovani designer che non hanno mai fatto cose fisiche prima d'ora.
Ora stiamo dipingendo, facendo lineature, marmorizzando, poi ri-scannerizzandolo nello spazio digitale e rielaborandolo - è piuttosto ciclico. Il digitale può anche migliorare davvero ciò che facciamo in altre aree, con la possibilità di aggiungere elementi come suono, luce e movimento.

Nelville Brody


INTERVISTA A NELVILLE BRODY DEL 2011
Adrian Shaughnessy: Secondo te, quali sono le caratteristiche uniche e definitive della RCA? (Royal College of Art)
Neville Brody: la RCA funziona come un laboratorio per lo sviluppo di menti capaci e pericolose che guideranno e cambieranno la società e l'industria.
È anche altamente collaborativo, basato su un principio di sviluppo della pratica interdisciplinare.
Molti studenti lavorano attraverso dipartimenti e competenze, laureandosi in un mondo che richiede sempre più capacità e pensieri laterali.
La RCA è piccola, ha un rapporto di insegnamento di 15: 1, è solo post-laurea, e in oltre c'è da 175 anni, è la più antica scuola di arte e design in esistenza continua nel mondo.

Adrian Shaughnessy: A partire dagli anni '80, sei stato in prima linea nella pratica della progettazione grafica, eppure fino ad arrivare alla RCA cinque anni fa, non avevi esperienza di insegnamento. Oggi sei Preside della Scuola di Comunicazione, cosa apporti al ruolo che qualcuno con più esperienza nell'educazione potrebbe non portare?
Neville Brody: Quello che mi manca in esperienza accademica, spero di recuperare per visione e pensiero strategico.
Pur dovendo rispettare una grande quantità di risultati amministrativi e riunioni, passo il maggior tempo possibile a cercare modi per spostarmi in nuovi e rilevanti spazi.
Insegnare in un progetto elettorale intitolato Design Without, che funziona come una sorta di boot camp di de-programmazione, mi permette di esplorare, inventare e cercare nuovi meccanismi per estendere il curriculum più ampio, oltre a svolgere il ruolo vitale di aiutarmi a mantenere in contatto con gli studenti.

Adrian Shaughnessy: Nel tuo ruolo di Preside sei coinvolto nello sviluppo e nella crescita di una cultura di ricerca presso il College, puoi dire qualcosa a riguardo alla luce del fatto che per molti graphic designer, la ricerca (in senso accademico) e la pratica non sono sempre visto come compatibile?
Neville Brody: La ricerca è al centro sia della progettazione grafica che del processo educativo e la abbracciamo come un modo per vedere, informare e cambiare il mondo.
La progettazione grafica, nel suo ruolo di osservatore e riflettore, necessariamente incorpora e opera da una posizione contestuale e critica. Il design grafico, come con tutte le forme di comunicazione, è convincente.
Come è fatto, perché è fatto, per chi è fatto e per quale esito, sono tutte domande intrinseche e come tali richiedono sia un approccio critico che autocritico.
La cultura della ricerca presso il College, in particolare attraverso progetti collaborativi come CX (The Creative Exchange), si propone di esplorare il design sociale attraverso pratiche innovative. Il conflitto al centro del design grafico tra persuasione e abilitazione continua a richiedere tali meccanismi.

Adrian Shaughnessy: Attualmente stiamo guardando indietro a cinquanta anni di progettazione grafica presso la RCA. Come definiresti l'ultimo mezzo secolo alla RCA e qual è la tua visione per il futuro?
Neville Brody:  Ciò che è stato riconosciuto cinquant'anni fa come un mestiere radicale, perfettamente in grado di progettare il cambiamento nella società attraverso un intervento consapevole, è ancora una volta come stiamo iniziando a vedere il design grafico, come abbiamo fatto negli anni settanta, ottanta e ad un certo punto nel novanta.
Questa oscillazione accelerata produce grandi individui e idee alla svolta del cerchio, e li butta via, spesso in tangenti selvagge. Il design grafico è sempre informato e abilitato dalla tecnologia, a cui ha una forte affinità e relazione.
Come mezzo per creare e distribuire i cambiamenti, così il design grafico si trasforma nuovamente.
Ci sarà sempre un ruolo e una funzione rilevanti per la progettazione grafica, specialmente alla RCA, e le competenze necessarie a sostenere il suo settore potrebbero rappresentare sia una voce di ragione e di ragionamento, sia un meccanismo per il cambiamento, che è l'unica costante che posso immagina per il suo futuro.

Adrian Shaughnessy: In che modo l'esperienza di immergerti nel mondo accademico ti ha cambiato come individuo e come professionista?
Neville Brody:  La mia fiducia è certamente cresciuta nel settore accademico, affinata dall'enorme pressione avvertita da tutti coloro che sono coinvolti nell'educazione oggi.
Il panorama dell'istruzione superiore in particolare è diventato praticamente irriconoscibile a causa delle perturbazioni causate da tasse ingiuste e debilitanti, un ridimensionamento dei criteri accademici riduttivi basato su una visione non attinente della rilevanza (STEM qualcuno?), Aumento dei numeri, insicurezza finanziaria, stress di un maggiore personale responsabilità delle prestazioni e una nuova enfasi sulle partnership industriali.
In molti modi mi ha aiutato a maturare come professionista. Apprezzo un paesaggio più ampio e ho acquisito una comprensione più profonda, ma allo stesso tempo, desidero il contrario e mi rendo conto di quanto sia importante disobbedire. Sento di nuovo la necessità di un design radicale, senza precedenti e dirompente, e sento di essere nuovamente attirato verso una possibilità non strutturata e un caos strutturato.




Nelville Brody

 

1979 Nelville Brody font tipografico "one"
 
1979 Nelville Brody font tipografico "one"
 
1980 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1980 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1980 Nelville Brody copertina sui font sulla famiglia di font Univers di Adrian Futiger "21 variation 1954-1957 Swiss Stile"
       
1981 Nelville Brody cover del disco "Zebra Club " dei Bongos per la casa discografica Fetish Records
 
1981 Nelville Brody cover del disco "Things That go Boom in the Night " dei Bush Tetras
 
1981 Nelville Brody Cd del disco " Boom " dei Bush Tetras
 
1981 Nelville Brody cover del disco " 3 Crepsule Tracks"dei Cabaret Voltaire
 
1981 Nelville Brody cover del disco "red mecca" dei Cabaret Voltaire
       
1981 Nelville Brody cover del disco "Holiday Inn Spain" dei RayBeats
 
1981 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1981 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1981 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1981 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
       
1981 Nelville Brody cover del disco "gospel comes to New Guinea" dei Zivs Kidoo
 
1981 Nelville Brody cover del disco "temperarure drop" di Stephen Mallinder
 
1981 Nelville Brody cover del disco dei Clock Dva
 
1982 Nelville Brody cover del disco dei 8 Eyed Spy per la casa discografica Fetish Records
 
1982 Nelville Brody cover del disco Diddy Wah Diddy, " dei 8 Eyed Spy per la casa discografica Fetish Records
       
1982 Nelville Brody retro della cover del disco Diddy Wah Diddy, " dei 8 Eyed Spy per la casa discografica Fetish Records
 
1982 Nelville Brody cover del disco "Dobblevision"dei Cabaret Voltaire
 
1982 Nelville Brody cover del disco "just cant' get enougtn" dei Depeche Mode
 
1982 Nelville Brody cover del disco dei Zivs Kidoo
 
1981 Nelville Brody cover del disco "Pow Wow" di Stephen Mallinder per la casa discografica Fetish Records
       
1981 Nelville Brody retro della cover del disco "Pow Wow" di Stephen Mallinder per la casa discografica Fetish Records
 
1982 Nelville Brody cover del disco "mambo sun" dei Bongos
 
1982 Nelville Brody rcover del disco "the Razor's Edge" dei Defunkt
 
1982 Nelville Brody cover del disco "Wipe Oute" dei Z'ev
 
1982 Nelville Brody retro della cover del disco "Wipe Oute" dei Z'ev
       
1982 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 

1983 Nelville Brody cover del disco "Crackdown Just Fascination 7 " dei Cabaret Voltaire

 

1983 Nelville Brody cover del disco " Elephant Talk" dei i King Crimson

 

1983 Nelville Brody cover del disco "Micro-Kid" dei Level 42

 

1983 Nelville Brody cover del disco "Standing in the Light" dei Level 42

       

1983 Nelville Brody cover del disco "The Culling is Comingt" dei 23Skidoo

 

1983 Nelville Brody cover del disco "The the last testsmet"

 
1983 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1983 Nelville Brody pagine interne del magazine "The Face"
 
1983 Nelville Brody pagine interne del magazine "The Face"
       
1983 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1983 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 

1984 Nelville Brody cover del disco "James Brown 12" dei Cabaret Voltaire

 

1984 Nelville Brody cover del disco "Micro-Phonies" dei Cabaret Voltaire

 

1984 Nelville Brody font " fftdirtythre"

       

1984 Nelville Brody font " fftdirtythre"

 

1984 Nelville Brody font " fftdirtythre"

 

1984 Nelville Brody font " one"

 

1984 Nelville Brody font " one"

 
1984 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
       
1984 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1984 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1985 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1985 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
 
1985 Nelville Brody copertina del magazine "The Face"
       
1985 Nelville Brody copertina del magazine "Arena"
 

1985 Nelville Brody cover del disco "The Covenant The Sword and the Arm of the Lord" dei Cabaret Voltaire

 

1985 Nelville Brody cover del disco " the Bomb" de Parliament per la casa discografica P Funk

 

1985 Nelville Brody font " fftdirtyfour"

 

1985 Nelville Brody font " fftdirtyfive"

       

1986 Nelville Brody cover del disco "Fresh Beats" dei Coltempo

 

1986 Nelville Brody retro della cover del disco "Fresh Beats" dei Coltempo

 

1986 Nelville Brody font " fftdirtysix

 

1986 Nelville Brody font " fftdirtysix

 

1986 Nelville Brody copertina del libro "New Socialist Syle wars" fftdirtysix

       
1987 Nelville Brody copertina del magazine "Arena"
 

1986 Nelville Brody cover del disco Zuice

 

1987 Nelville Brody cover del disco "Code" dei Cabaret Voltaire

 

1988 Nelville Brody publicità per il prodotto Bounce della Nike

 

1988 Nelville Brody manifesto The dead of typogfaphy

       
1988 Nelville Brody manifesto per l'inconto per il titolo di box dei ptenutosi a Tokio  

1989 Nelville Brody font "Industria"

 

1989 Nelville Brody font "Industria"

 

1989 Nelville Brody font "Industria"

 

1989 Nelville Brody font "Industria"

       

1989 Nelville Brody manifesto con il font "Industria"

 

1990 Nelville Brody font "Arcadia"

 

1991 Nelville Brody font "BFBonn"

 

1991 Nelville Brody font "BFBonn"

 

1991 Nelville Brody font "BFBonn Regular"

       

1992 Nelville Brody font "FFBBlur "

 

1992 Nelville Brody font "FFBBlur medium"

 

1992 Nelville Brody font "FFBBlur bold"

 

1992 Nelville Brody font "FFBBlur light"

 

1992 Nelville Brody font "FFBBlur light"

       

1992 Nelville Brody manifesto con ilf ont "FFBBlur "

 

1992 Nelville Brody font "FFBpop"

 

1992 Nelville Brody font "FFBpop"

 

1992 Nelville Brody font "FFBpop"

 

1992 Nelville Brody manifesto per la manifestazione "Gafic Arts" aTokio

       

1994 Nelville Brody pckaging per un prodottom di Kenzo

 

2001 Nelville Brody manifesto per il film "Ocean Eleven"

 

2001 Nelville Brody marchio per 5o°aniversaro della D&D

 

2002 Nelville Brody manifesto per la Tribeca Issey Miyake azienda tyessile nultimarca di lusso nel quartiere di Tribeca a New York

 

2002 Nelville Brody marchio per la Tribeca Issey Miyake azienda tyessile nultimarca di lusso nel quartiere di Tribeca a New York

       

2004 Nelville Brody manifesto per il film "tuelfe is the nev eleven"

 

2005 Nelville Brody font "Times Modern"

 

2005 Nelville Brody font "Times New Roman"utilizzato per il nuovo fontr del quotidiano The Times

 

2006 Nelville Brody font "Times New Roman"utilizzato per il rinovamento grafico del f del quotidiano The Times

 

2006 Nelville Brody font Calvet medium"

       

2006 Nelville Brody font Calvet light"

 

2006 Nelville Brody manifesto per il Dyson Bulding del Royal College of Art a Londra con lutilizo per la segnaletica del font Calvet "

 

2007 Nelville Brody packaging per la casa vinicola dello chapagne Don Peerignon

 

2007 Nelville Brody packaging per la casa vinicola dello chapagne Don Peerignon

 

2008 Nelville Brody font tilizzato per il rinovamento grafico del del quotidiano The Gardian

       

2008 Nelville Brody copertina per la rivists GQ Italia

 

2008 Nelville Brody copertina per la rivista GQ

 

2008 Nelville Brody pagina interna per la rivista GQ Italia

 

2008 Nelville Brody manifesto Michelle una tipgrafia organicista

 

2009 Nelville Brody manifesto perla mostra personale l MOMA di New York

       

2009 Nelville Brody font "New Deal normall"

 

2009 Nelville Brody font "New Deal compressed normall"

 

2009 Nelville Brody font "BFBuffalo light"

 

2009 Nelville Brody font "BFBuffalo bold

 

2010 Nelville Brody pagina wb per la BBC

       

2010 Nelville Brody copertina per il magazine Homme+ per la casa editrice Bauer 

 

2010 Nelville Brody copertina per il magazine Homme+ per la casa editrice Bauer 

 

2010 Nelville Brody marchio per calendario

 

2010 Nelville Brody pagina di calendario

 

2010 Nelville Brody pagina di calendario

       

2010 Nelville Brody pagina di calendario

 

2010 Nelville Brody pagina di calendario

 

2010 Nelville Brody manifesto per il "Anti Design Festival" con iol font BFBufalo

 

2010 Nelville Brody manifesto per il "Anti Design Festival" con il font BFBufalo

 

2010 Nelville Brody manifesto per il "Anti Design Festival" con il font BFBufalo

       

2010 Nelville Brody sito web per il "Anti Design Festival" con il font BFBufalo

 

2010 Nelville Brody copertina per n.32 che celebra stlista Ray Petri lo spirito del movimento di moda Buffaloer il magazine Homme+ per la casa editrice Bauer, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

  2010 Nelville Brody logotipo per n.32 che oer il magazine Homme+ con l' uso del font  Bufalo Propaganda  

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

       

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

       

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

       

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody pagina interna per n.32 che oer il magazine Homme+ per la casa editrice Baue, con l' uso del font  Bufalo Propaganda

 

2010 Nelville Brody comunicazione per la celebrazione del annof di vita del font  "FF World Wide Web"

 

2011 Nelville Brody manifesto per la mostra personale dell' opera al Desin Museum di Londra

 

2012 Nelville Brody manifesto Coca Cola

       

2012 Nelville Brody l manifesto con il nuovo carattere tipografico su misura per la perla r Coca Cola Company

 

2012 Nelville Brody paricolare del manifesto con il font per Coca Cola

 

2012 Nelville Brody l manifesto con il nuovo carattere tipografico su misura per la perla r Coca Cola Company

 

2012 Nelville Brody l manifesto con il nuovo carattere tipografico su misura per la perla r Coca Cola Company

 

2012 Nelville Brody font Desktop

       

2012 Nelville Brody font Desktop

 

2012 Nelville Brody font Desktop

 

2012 Nelville Brody font Desktop

 

2012 Nelville Brody manifesto per un sua conferenza " Legibiliy id not comunication" tenutasi il Kansans City Art Institute presso l' Epperson Auditorium Vanderlsice Halll

 

2012 Nelville Brody manifesto per un sua esposizione "Drsign Exibition" tenutasi al Victoria and AZlbert Museum di Londra

       

2013 Nelville Brody manifesto per un sua conferenza" tenutasi la  Hornsey School of Arts di Londra

 

2013 Nelville Brody per ildel n.0 della The New British Issue "an articulate voice of a new modern movement"

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

       

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

       

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

 

2013 Nelville Brody progettazione editoriale del numero zero della The New British Issue editore Kez Glozier di Londra

       

2014 Nelville Brody marchio della maison Christian Dior

 

2014 Nelville Brody font Horseferry-Chadwick

 

2014 Nelville Brody font Pernike per la England Word Cup per NIKE

 

2014 Nelville Brody maglietta con il font Pernike per la England Word Cup per NIKE

 

2014 Nelville Brody maglietta con il font Pernike per la England Word Cup per NIKE

       

2014 Nelville Brody manifesto per una conferenza al Aer and Design Depatement

 

2014 Nelville Brody manifesto per la campagna " Do the Green Thing" per il WWF

 

2014 Nelville Brody retilyng del marchio per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

 

2014 Nelville Brody retilyng del marchio per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

 

2014 Nelville Brody retilyng del marchio per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

       

2014 Nelville Brody retilyng del marchio per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

 

2014 Nelville Brody carta da lettere per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

 

2014 Nelville Brody bigliettii da visita per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

 

2014 Nelville Brody sito web per smarth phone per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

 

2014 Nelville Brody sito web per smarth phone per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

       

2014 Nelville Brody manifesto per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

 

2014 Nelville Brody manifesto per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

 

2014 Nelville Brody bag per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

 

2014 Nelville Brody maglietta per la azienda tedesca di fim e produzioni televisive UFA

 

2014 Nelville Brody manifesto per il Yamaha premio di Graphic Design al Yamaha Bulding

       

2014 Nelville Brody manifesto per il Yamaha premio di Graphic Design al Yamaha Bulding

 

2014 Nelville Brody font British grotesque DNA per Chanel 4

 

2014 Nelville Brody font Cadwick Horseferry per Chanel 4

 

2014 Nelville Brody font Cadwick e Horseferry nelle versioni egulr Medium e Bold per Chanel 4

 

2014 Nelville Brody font Cadwick per Chanel 4

       

2014 Nelville Brody font Cadwick per Chanel 4

 

2014 Nelville Brody manifesto per il font Cadwick Horseferry per Chanel 4

 

2014 Nelville Brody marchio per Chanel 4

 

2014 Nelville Brody marchio per Chanel 4

 

2014 Nelville Brody manifesto per Chanel 4

         

2014 Nelville Brody programmazione per Chanel 4

 

2014 Nelville Brody manifesto oer una programmazione per Chanel 4

 

2014 Nelville Brody manifesto oer una programmazione per Chanel 4

 

2014 Nelville Brody manifesto oer una programmazione per Chanel 4

   
                 
                 
                 

torna su

grafica expo web stampa arte photo mappa bibliolink home  

sito ottimizzarto per 1024 x 768 px


webmaster Aldo Gorlaaa